I "polipetti affogati", tipica ricetta Made in Naples!

I Polipetti affogati sono polpi che vengono lasciati cuocere, ossia "affogare", nel sugo di pomodoro. Parliamo di un piatto a base di pesce, che come tradizione comanda, trovate in tutti i menu dei ristoranti di Napoli.

Si preparano tutto l'anno, ma in particolare per le feste di Natale, come secondo piatto, in alternativa alla classica orata al cartoccio o branzino al sale, perfetti anche come antipasto, magari serviti in monoporzioni, accompagnati da golosi crostini. Il gusto è unico: il sapore dei moscardini freschi, o dei polpi veraci, viene esaltato dalla salsa leggermente piccante e profumata al prezzemolo. Pochissimi ingredienti di ottima gualità e una buona cottura sono i segreti per preparare in casa Polipetti affogati buonissimi.

Per i Polipetti affogati:

750 gr di moscardini bianchi da 150 gr ciascuno
650 gr di pomodori pelati qualità San Marzano (il peso dei pomodori è 100 gr in meno rispetto al peso totale dei polipetti)
3 spicchi d'aglio
3 peperoncini piccanti
1 tazzina di vino bianco secco
6 cucchiai di prezzemolo fresco + qualche ciuffo per decorare
6 cucchiai di olio evo
sale

Per i crostini:
6 fettine di pane
2 cucchiai di olio extravergine
2 spicchi d'aglio
peperoncino piccante q.b
qualche fogliolina di prezzemolo

Pulite i Polipetti eliminando l'osso centrale, gli occhietti e le interiora che si trovano nella testa. Servitevi di un tegame capiente, ponete a soffriggere l'olio, gli spicchi d'aglio sbucciati e leggermente schiacciati e i peperoncini. Lasciate soffriggere fino a leggera doratura. Aggiungete quindi i vostri polipetti al soffritto, lasciate insaporire per circa 1' a fiamma moderata girando di continuo.

I Polipetti si rapprenderanno immediatamente, iniziando a tirare fuori la loro acqua; girate, in questa fase il fuoco deve essere sostenuto, in modo che in pentola si riprenda il bollo. Quando i polipetti avranno ripreso bollore, 1' circa, sfumate con il vino bianco. Girate costantemente. Dopo ancora 1' circa, aggiungete i pomodori pelati e metà del prezzemolo tritato.

Girate in modo da distribuire il prezzemolo in pentola e girate i polipetti, facendo in modo che le teste (la parte più dura) vadano verso il fondo della pentola e i tentacoli affiorino in alto. In questo caso non si rischiano bruciature. Abbassate il fuoco. Coprite con un coperchio e lasciate cuocere per 30'. Verso metà cottura alzate il coperchio e girate, controllate i polipetti che devono aver mantenuto nervo, lucidità e i tentacoli devono guardare verso l'alto. Trascorsi 30' di cottura a fuoco lentissimo, spegnete, lasciate il coperchio sulla pentola e lasciate ancora cuocere i vostri polipetti lasciandoli affogare nel sugo lentamente per ancora 25' - 30'. Se avete scelto polipetti da 150 gr vi troverete perfettamente con i tempi di cottura, se il peso varia potrebbe essere necessario ancora del tempo. Al termine dei tempi indicati i polipetti saranno perfettamente cotti e morbidi, ma avranno mantenuto anche lucentezza, nervo, tentacoli e ventose completamente intatte. Aggiungete in pentola l'altra metà del prezzemolo e il sale.

A questo punto eliminate dal sugo gli spicchi d'aglio e i peperoncini e lasciate asciugare sul fuoco per circa 15' a fiamma moderata. E' importante che il sugo non si restringa troppo, ma che appaia corposo e avvolgente. Verificate se il sugo necessiti di altro sale, coprite con un coperchio e lasciate da parte. Se gradite, preparate i crostini per accompagnare i vostri Polipetti affogati. Affettate il pane e tostatelo su una griglia per qualche minuto. Strofinate la superficie dei crostini con dell'aglio fresco. Ripassate in padella i crostini con l' olio cosparso in superficie e il peperoncino. Infine aggiungete qualche fogliolina di prezzemolo tritato.

Serviti ben caldi!

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog