Curiosità in cucina: la contesa del ragù

Il ragù, eccellente espressione della cucina italiana Il ragù, eccellente espressione della cucina italiana

Il ragù è uno dei condimenti più amati non solo in Italia, ma anche all' estero.

Da decenni, ormai, la paternità di questo sugo squisito è contesa tra Napoli e Bologna e rimane fortemente dubbiosa la sua origine.

Forse è stato portato proprio a Napoli dai francesi durante la loro permanenza alla guida del Regno delle due Sicilie.
Forse! Sta di fatto che è indiscutibile l'origine francese del suo nome, trasformata durante il regime fascista, in un più italico "ragutto".

Moltissime le varianti presenti in Italia, e, purtroppo, le mistificazioni all' estero, dove sono celebri gli "spaghetti bolognese"! Proprio a Bologna la ricetta prevede l' utilizzo della pancetta di maiale, mentre una sua variante consiglia, addirittura, l' impiego della panna!

Amatissimo dagli inglesi (pare che in quella Nazione sia il secondo piatto più cucinato), proprio a Napoli ha raggiunto la sua apoteosi, decantato nella poesia, nel cinema e nella letteratura: "O' Rrauù" del grandissimo Eduardo De Filippo ha da tempo valicato i patri confini.

Preparato con la carne macinata o con le spuntature di maiale (“tracchie” o “tracchiulelle”), con la cotenna o senza, con la salsiccia di maiale, con le polpette o con l' agnello, come in Puglia, resta una pietanza straordinaria e un sinonimo stesso di cucina italiana!

E voi, come lo preparate il vostro ragù? Raccontatecelo!

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog