Un buon caffè, alleato nella digestione delle abbuffate di Natale!

Una tazzina di caffè nero bollente alleata della digestione Una tazzina di caffè nero bollente alleata della digestione

Feste natalizie e cenoni con amici e parenti sono ormai alle porte?

Fino all’ Epifania, ogni anno, si susseguono incessanti riti familiari e scambi di auguri con amici, sempre caratterizzati da bontà alimentari di ogni tipo, dopo i quali il senso di pesantezza e sonnolenza diventa padrone della situazione.

Basterebbe però davvero poco per favorire il processo digestivo. Un rimedio su tutti? Un buon caffè a fine pasto. Un’abitudine considerata dalla maggior parte degli italiani un piacere conviviale ma anche un momento intimo e personale.

Il caffè stimolerebbe, infatti, la secrezione gastrica, attivando la produzione della bile e la contrazione della colecisti. Per questo, come afferma l’ "Institute for Scientific Information on Coffee (ISIC)", assunto dopo il pasto faciliterebbe la digestione, soprattutto durante le “abbuffate natalizie”.

E per la gioia degli amanti del caffè con qualche disturbo digestivo, sappiate che non esistono prove scientifiche del fatto che causi problemi allo stomaco, come il reflusso gastrico, favorito, invece, da cibi grassi e piccanti.
Il suo consumo non può essere associato allo sviluppo di ulcere (gastriche o duodenali), non causa irritazioni del sistema gastro-intestinale. Allo stesso modo non c'è alcuna prova scientifica che il caffè aiuti lo sviluppo di carcinomi di alcun tipo né che provochi effetti diuretici.

La lista sarebbe ancora lunga, ma ci siamo soffermati sui disturbi maggiormente diffusi.
In conclusione possiamo affermare che una buona tazza di caffè caldo non solo non provoca alcun danno al nostro stomaco ma è un eccellente alleata della digestione dei mega cenoni che ci attendono nelle prossime feste.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog