Approvato dalla FDA americana il Brain Port V100, telecamera per non vedenti

Ecco il Brain Port V100 utilizzato da una non vedente Ecco il Brain Port V100 utilizzato da una non vedente

La Food and Drug Administration (FDA), ha recentemente approvato un dispositivo, il Brain Port V100

, che permette alle persone non vedenti di "vedere" le immagini utilizzando la propria lingua.

Realizzato dalla Wicab INC., il Brain Port è un apparecchio che contiene una minuscola videocamera collegata ad un paio di occhiali speciali ed ad un boccaglio con circa 400 elettrodi. Per utilizzarlo è sufficiente collocare il boccaglio sulla lingua.

La telecamera raccoglie le immagini che vengono convertite in segnali elettrici che arrivano sotto forma micro vibrazioni. Ciò consente agli utenti di rilevare la dimensione, la direzione e la velocità degli oggetti di fronte a loro.
L' amministratore di Wicab INC ha paragonato l'uso del dispositivo medico a quello che si usa per apprendere a parlare una nuova lingua.

I test effettuati dalla FDA hanno dimostrato che il 69% del campione di persone che hanno utilizzato il Brain Port V100 poteva "vedere" le cose di fronte a se. Lo strumento non è però esente da difetti e, come ha asserito qualcuno dei "tester", usandolo si avverte un fastidioso sapore metallico.
Parliamo, evidentemente, di effetti assolutamente secondari rispetto ai benefici introdotti da questo apparecchio.

Il problema maggiore, allo stato attuale, è rappresentato dal costo che si aggirerebbe sui 10.000 dollari (circa 9.000 euro), e che lo rende, almeno per adesso, non alla portata di gran parte dei possibili utilizzatori.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog