La mancanza di movimento è uno dei principali fattori di rischio per la salute

Uno dei principali fattori di rischio per la salute? E' la mancanza di attività fisica, per l' Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Sono state presentate a Roma, nel corso di un convegno tenuto dalla Uisp (Unione italiana sport per tutti), le linee guida curate dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. Nel documento vengono suggerite le attività per avere accesso ad una buona salute, un documento che elenca le politiche generali e i comportamenti individuali che dovrebbero spingere i cittadini europei a muoversi maggiormente.

Sarebbero necessari almeno 150 minuti a settimana di attività fisica per gli adulti e 60 minuti al giorno per bambini e giovani, ecco le maggiori raccomandazioni emanate dall' OMS, che mette in guardia dalle conseguenze dell'inattività. La mancanza di movimento rappresenta infatti uno dei principali fattori di rischio per la salute.

Ogni anno in tutta Europa si verificano un milione di decessi (il 10% circa del totale) causati proprio dalla mancanza di attività fisica. Si stima che all'inattività fisi­ca siano imputabili il 5% delle affezioni coronariche, il 7% di diabete di tipo 2, il 9% di tumori al seno e il 10% dei tumori del colon. Allarmanti anche i dati sull'obesità: in 46 paesi (l'87% dell'Europa), oltre la metà degli adulti sono in sovrappeso o sono obesi, ed in diversi casi si arriva a sfiorare il 70% della popolazione adulta.

Gli italiani sono tra i più sedentari, con il 60% che dichiara di non fare mai sport o attività fisica, contro una media europea del 42% e un primato, quello della Svezia, che si ferma al 9%.

Preoccupante è, in particolare, la sempre maggiore mancanza di attività da parte dei giovani.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog