Fauna ornitologica: in pericolo quella marina

La fauna ornitologica trova all' interno dell' Oasi naturalistica della Solfatara un ambiente ideale per vivere, nidificare o sostare durante una migrazione.


La natura, in Solfatara, è protetta. Non altrettanto è purtroppo possibile dire di molte specie di uccelli, soprattutto marini, minacciati in molte zone del Mondo dalla plastica.

Una recente ricerca condotta dal "Commonwealth Scientific and Industrial Research Organisation e Hobart", in Australia, e dall' "Imperial College" di Londra hanno dimostrato che continuando di questo passo, nel 2050, il 99% degli uccelli marini del Pianeta avrà tracce di plastica, confusa spesso per cibo, nello stomaco. Negli anni 60, quando furono realizzate le prime stime, questa percentuale era solo del 5%.

L'impatto più forte è nell'Oceano Antartico, in una fascia intorno ai bordi meridionali del Australia, del Sud Africa e del Sud America, ma il problema investe un po' tutte le aree marine del Globo.

L'obbiettivo deve essere di ridurre drasticamente la quantità di frammenti di plastica presenti in mare.
In meno di un decennio gli sforzi realizzati in Europa in questa direzione hanno portato a cambiamenti sensibili nella quantità di plastica presente nello stomaco degli uccelli marini, il che suggerisce che il miglioramento della gestione dei rifiuti è in grado di ridurre la quantità di plastica nell'ambiente in un tempo davvero breve.

Seguici su www.vulcanosolfatara.it!

 

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog