Può un vulcano eruttare lava blu? Scopriamolo insieme.

Che la natura, con i suoi fenomeni, sia straordinaria, è una cosa che ben sappiamo. Ma è possibile che un vulcano possa eruttare lava di colore blu? Scopriamolo ne "La Scienza del Martedì".

Ebbene, il Kawah Ljen, che appartiene a un gruppo di stratovulcani (vulcani di forma generalmente conica costituiti dalla sovrapposizione di vari strati di lava solidificata) che si trovano in Indonesia, nella parte orientale dell' isola di Giava, erutta lava che di notte appare di colore blu. Le immagini dello straordinario spettacolo sono state realizzate e diffuse dai francesi Olivier Grunewald e Régis Etienne, due fotografi appassionati di vulcanologia, che dotati di maschere antigas e avanzate apparecchiature fotografiche hanno vissuto sulle pendici del vulcano per trenta notti, scattando foto e realizzando filmati di grande interesse scientifico.

Il fenomeno è dovuto al fatto che il vulcano emette, insieme alla lava, esalazioni tossiche di zolfo a oltre 500 °C; a contatto con l’aria, il gas brucia formando fiamme di colore blu che si ergono anche per 4 metri in altezza. Parte del gas si condensa invece in zolfo liquido che si riversa lungo le pareti del Kawah Ljen dando origine a un vero spettacolo della natura.
La lava, quindi, è normalmente rossa di giorno e incredibilmente blu di notte, come se ripercorresse l’alternarsi di luce e buio. Da vari anni il fotografo Olivier Grunewald raccoglie immagini del Kawah Ljen in Indonesia, le cui fiammate azzurro elettrico colano di notte lungo i suoi fianchi.

Grunewald ha dichiarato al National Geographic: «Questo flusso, dalla colorazione insolita per un vulcano, naturalmente non è lava, come purtroppo hanno riportato in maniera scorretta molti siti web! Quel colore azzurro è in effetti il frutto della combustione dei gas solforosi».

Fiamme vulcaniche azzurre furono descritte nell’antichità dagli storici che le osservarono sul versante meridionale del Vesuvio e sull’isola di Vulcano, in Sicilia.

www.vulcanosolfatara.it

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog