La Streif è azzurra! Peter Fill da leggenda a Kitzbühel

Peter Fill ci ha regalato, quest'oggi, un sogno. Un sogno grande come una montagna, come quell' Hahnenkamm che sovrasta Kitzbühel e la cui leggendaria Streif, il tempio della velocità dello sci maschile, si è concessa, nei decenni, solo ai grandi campioni, eroi di questo sport, sprezzanti dei pericoli e delle insidie che essa trama ad ogni curva e ad ogni salto.

 

A otto anni dal suo ultimo successo personale e alla non trascurabile età di 34 anni, ed oltre 300 gare disputate in Coppa del Mondo, Fill corona con il successo di oggi una carriera davvero ricca ed intensa, come è capitato a pochi.
Non abbiamo probabilmente nessun campione assoluto e invincibile, in questa fase storica del nostro sci, ma possiamo contare su un un gruppo di altissimo livello nel quale ci sono degli atleti eccezionali, capaci, come è capitato oggi, di donarci gioia ed emozioni immense.

Per la cronaca, hanno completato il podio gli svizzeri Feuz e Janka. Non bene gli altri azzurri, tutti, chi più chi meno, vittime di errori o leggerezze. Attendiamo ancora il miglior Paris; ancora troppi alti e bassi per Innerhofer. In attesa di poter vivere ancora mille emozioni nello slalom speciale di domani, dove attendiamo una riconferma da Gross e Razzoli, non possiamo che gustarci pienamente lo straordinario successo odierno.

GRAZIE PETER!

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog