Baia, il castello e il mare

L' area di Baia fu individuata come luogo per gli ozi dell' aristocrazia romana e degli imperatori, che vi costruirono ville sontuose. Il Castello aragonese (costruito dagli aragonesi nel 1495), attuale sede del Museo Archeologico dei Campi Flegrei, espone documenti eccezionali da Baia, Miseno, Bacoli.

L' imponente "Sacello degli Augustali" di Miseno, ricostruito con la sua decorazione architettonica e scultorea; il complesso delle sculture del Ninfeo di Punta Epitaffio, ritrovato nel corso di uno scavo subacqueo. La raccolta dei "gessi di Baia", centinaia di frammenti di calchi eseguiti direttamente sulle più celebri sculture greche dell' età classica e adoperati, tra il I e il II secolo d.C., come modelli per la realizzazione di copie marmoree destinate a decorare ville e edifici pubblici.

Il Castello, edificio possente costruito sulla punta di uno sperone roccioso a picco sul mare, gode di una magnifica posizione. Dalle sue terrazze è possibile ammirare un bellissimo panorama che abbraccia l' intero Golfo di Pozzuoli e si spinge fino a scorgere il Vesuvio, in lontananza.

Il Castello dista solo pochi chilometri dal Campeggio ed è una delle perle dei Campi Flegrei.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog