Nella Terra del Mito: la "Masseria del Gigante" a Cuma

Con il nome di "Masseria del Gigante" (nell' immagine una magnifica incisione di Filippo Morghen del 1814) vengono identificati i resti di un tempio su podio

collocato all' interno della vasta area archeologica di Cuma, una delle mete culturali più interessanti dei Campi Flegrei ed oggetto del nostro viaggio odierno, alla scoperta della "Terra del Mito".

Questo edificio, situato sul lato est del Foro, fu costruito tra la fine del I e l’inizio del II secolo. Oggi sono visibili una grande aula a volta con abside sul fondo e due ambienti minori ai lati. Nel corso del tempo l’edificio subì diverse modifiche fino ad essere utilizzato come casa colonica.

Il nome di “Masseria del Gigante” (o tempio del gigante), è legato al ritrovamento, nelle vicinanze, della colossale statua di Giove, che in origine era posta nella cella del Capitolium. Per quanto riguarda la funzione originaria di questo edificio, per alcuni studiosi si tratterebbe di un tempio su podio, preceduto da un pronao a gradinate, con cella rettangolare, e del tipo a portico, in quanto situato sul fondo di un cortile porticato.
Per altri studiosi, invece, per la sua struttura tripartita e per la sua collocazione forense, di fronte al Capitolium, potrebbe trattarsi di sale destinate agli organi dirigenti della città oppure del Comitium.

Sebbene risulti ancora chiuso, per ragioni di sicurezza, l' Antro della Sibilla (in attesa che arrivino i fondi per il restauro), l' area archeologica di Cuma resta senza dubbio uno dei luoghi più interessanti da visitare dell' intera Campania. Come dire che "non di solo Pompei vivrà il turista!".

Provare per credere.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog