Rione Terra, il promontorio roccioso che sovrasta Pozzuoli

Rione Terra, il promontorio roccioso che sovrasta Pozzuoli e si protende verso il Golfo di Napoli, è la memoria storica di questi luoghi; forse ne è la storia stessa.

Sotto la rocca di tufo sono celati i resti del primo nucleo abitativo della città, risalenti al II secolo a.C. Come spesso capita di vedere anche in alcune zone archeologiche di Napoli, al Rione Terra gli strati abitativi si sono sovrapposti nei secoli gli uni agli altri, formando un vero e proprio libro di storia, pagina dopo pagina, fino al momento, sul finire degli anni 70 del secolo scorso, in cui fu richiesto alla popolazione di abbandonare questi luoghi in seguito ai pericoli del bradisismo.

Decantata e raccontata dallo storico greco Strabone, che nella sua "Geografia" ha dettagliatamente descritto anche la Solfatara, l' antica Puteoli era una delle città strategicamente più importanti dell' Italia meridionale e, durante l'impero romano, il secondo porto in assoluto dopo quello di Ostia.

Attualmente è oggetto di un'attenta attività di recupero, restauro e messa in sicurezza che hanno consentito la restituzione al pubblico di un percorso di visita molto interessante.

Il meraviglioso "Tempio di Augusto", inglobato nella Basilica dei S.S. Procolo e Gennaro, è stato riportato quasi alla sua antica bellezza utilizzando ardite soluzioni architettoniche, mentre il percorso si sviluppa lungo i principali assi viari dell'antica colonia, tra i resti, ottimamente conservati, di botteghe e abitazioni.

Il Rione Terra è attualmente, e indiscutibilmente, un fiore all' occhiello nel patrimonio culturale e storico dei Campi Flegrei, visitabile, ancora fino al 27 Marzo prossimo, esclusivamente su prenotazioni.

Maggiori informazioni sono disponibili nel sito web del Comune di Pozzuoli

 

Soggiorna al Campeggio Internazionale Vulcano Solfatara

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog