Via Krupp, strada delle meraviglie tra il cielo e il mare di Capri

Ha origini lontane il binomio che ha associato Capri al nome di Krupp, l’industriale tedesco che trascorreva le sue vacanze estive nell Isola Azzurra.
Per lui raggiungere, ogni volta che attraccava con il panfilo a Marina Piccola, l albergo situato in alto verso i Giardini di Augusto, era un grosso problema che andava risolto.

La soluzione fu di commissionare all’ingegnere Emilio Mayer la costruzione di una strada plasmando la roccia e superando un dislivello di circa 100 metri, una delle più spettacolari strade del Mondo!

Una serie di tornanti strettissimi tra cielo, mare, e roccia, a Capri: autentico spettacolo.

Via Krupp inizia dopo la scalinata che conduce ai giardini di Augusto, da cui è possibile vederla dall’alto. Dopo il breve tratto iniziale in linea retta, procede per un totale di otto curve.
Segue al percorso a tornanti un lungo rettilineo, al cui inizio si trova il cancello che conduce alla casa di Fra’ Felice (ora inagibile).

Il grande male di cui soffre questa strada è proprio il continuo pericolo di frane che già numerose volte ha indotto l’amministrazione comunale a dichiararne l' inagibilità, togliendo ai capresi e ai turisti la possibilità di percorrerla.

Dalla via Krupp è possibile vedere i celebri Faraglioni e accedere a uno dei due sentieri che conducono alla grotta del Castiglione e a quella dell’Arsenale, per terminare confluendo in via Marina Piccola, la strada che conduce all’omonima località.

In attesa di viverla di persona, godetevi questa bella immagine.

Devi effettuare il login per inviare commenti

Blog