Fare SEO professionale un po' come andare in bicicletta! Featured

La bicicletta di Antonio Botte sul belvedere di Monte di Procida La bicicletta di Antonio Botte sul belvedere di Monte di Procida

SEO cycling, ovvero "volere è potere" per raggiungere gli obiettivi.

Un articolo interessante scritto dal SEO di Napoli Antonio Botte, che riportiamo integralmente.

"Immagino che molti di voi, soprattutto tra gli addetti ai lavori, potrebbero balzare dalla sedia leggendo un simile titolo e pensando: "Oddio! ancora una nuova tecnica per il posizionamento nei motori di ricerca?!".

E allora vi tranquillizzo immediatamente; nulla di tutto ciò, e forse una considerazione legata non solo al mondo della SEO ma, un po' più in generale, alla vita di ognuno di noi, e non solo alla sfera lavorativa.

Senza voler però filosofeggiare a 360°, resto in ambito web marketing, e quindi alla cerchia ristretta dei motori di ricerca, e vi spiego come tornando l'altro ieri dalla mia uscita in bicicletta, affrontando una dura salita dopo aver percorso già quasi 60 km, semi sfinito dalla fatica e dal caldo, sono stato accarezzato dal triste pensiero di fermarmi per recuperare o, peggio ancora, mollare e tornarmene con la bici a mano.
Un pensiero che, chi mi conosce personalmente lo sa bene, è durato il tempo di un respiro. Ho stretto i denti, raccolto tutte le energie che avevo, fatto una ricca bevuta dalla borraccia, e portato a casa il risultato percorrendo gli ultimi 15 Km e stabilendo anche il mio record personale sulla velocità media finale!

Volere e potere! Questo banalmente è il succo della vicenda, un motto che in particolare chi pratica ciclismo, dai dilettanti ai professionisti, conosce bene, proprio perchè il ciclismo, per sua natura, insegna a stringere i denti, a tenere duro, a lottare anche contro se stessi per raggiungere il traguardo, la vetta. Ed insegna che farcela non è cosa facile e non da tutti.
Occorre fisico, testa e tanto cuore, tanta passione.

E per raggiungere la vetta dei risultati di ricerca?
Per portare il nostro sito web, o quello dei nostri clienti, in cima alle SERP di Google?


Quanti pensano che sia una cosa priva di sacrifici, ottenibile con poco lavoro e/o senza alcuna conoscenza? Magari che basti installare un plug-in nel proprio sito Wordpress. E quanti decidono di cedere e di mollare poi alle prime difficoltà o non vedendo alcun risultato anche alla luce di un lavoro duro e faticoso?

Un'azienda mi ha recentemente chiesto un preventivo per ottimizzare il proprio sito per i motori di ricerca. La premessa è stata, appunto, quella che si trattasse di cosa facile (quindi non azzardarti a chiedere chi sa quanto!), che ci fosse già un plug-in acquistato per il sito fatto "in proprio" con Wordpress, ma che non si erano mai curati di utilizzare. Insomma, alla fine della fiera, un lavoretto per bambini. Si apre il pannello amministrativo, si inseriscono un po' di keyword qua e là, qualche meta-description, dei titoli ben conditi e...e ualà, il gioco è fatto.
E dopo che succede? Chi fa questo lavoro, il nostro lavoro, lo sa bene: assolutamente nulla. Se quell' azienda avesse speso anche solo 1€ per compiere questa operazione, sarebbe stato 1€ gettato via.


SEO è ben altra cosa! Dall' analisi di un sito, esistente o da creare da zero, alla sua ottimizzazione, dall' indicizzazione al posizionamento. SEO è una cosa seria e come tutte le cose serie necessita di competenza e professionalità, di un lavoro che va fatto quotidianamente, giorno dopo giorno, con passione e anche, passatemi il termine forse un pelo forte, con "amore". Solo questa è la ricetta.
E' un'attività che non è alla portata di tutti, che proprio per questo non può costare quanto un tozzo di pane, che fatta in altri modi non porta a nulla se non a sperperare risorse, fosse anche solo 1€.

Diffidate da chi vi prospetta le cose come semplici, da chi vi promette le prime posizioni per cifre irrisorie e/o senza aver portato uno straccio di analisi, da chi non ha una storia e non può dimostrare un background di un certo tipo, da chi "non va in bicicletta".

Fonte articolo: il Digital Blog di Ab Com Media Company

Last modified onLunedì, 21 Maggio 2018 17:04